RR 4T 350/390/430/480 MY 2022

C’è sempre il modo di migliorarsi! Lo sanno bene i piloti ufficiali Betamotor, che anche nel 2020 hanno cavalcato le classifiche dei Campionati Enduro e stanno lavorando sodo per questo 2021, come Steve Holcombe che lo scorso anno ha vinto il Mondiale Enduro 2, Enduro GP e gli Assoluti d’Italia, oppure Brad Freeman, che ha vinto il Mondiale Enduro 3. Lo sa bene Jonny Walker che per il 2021 ha scelto Beta per portare ad un livello superiore le sue performance nell’enduro estremo. E lo sanno bene anche gli appassionati, che continuano a dimostrare un interesse verso il marchio, portando la casa toscana ai vertici delle classifiche di vendita nel settore.

È proprio sulla scia di questi successi che per i modelli RR 2t-4t My 2022 Beta introduce una serie di importanti novità che consolidano le caratteristiche già molto apprezzate delle versioni precedenti. Le novità sono consistenti, sia nei modelli 4T che anche, e soprattutto, nei modelli 2T e riguardano sia la parte motoristica che quella ciclistica, oltre ad una revisione grafica che dona all’intera gamma un look racing senza compromessi. L’idea dei tecnici di Rignano sull’Arno, per le RR My 2022, è stata quella di affinare i propri prodotti, senza stravolgerli, per consolidare tutte le buone qualità che contraddistinguono ogni modello.

La gamma RR raccoglie come da tradizione tutte le enduro di casa Beta senza compromessi, moto prestazionali e raffinate, che possono essere apprezzate però da una platea vastissima di utenti grazie al continuo lavoro di affinamento dei tecnici della casa toscana che sono riusciti a rendere fruibili con facilità dei valori di potenza massima molto rilevanti.

La gamma rimane composta da 8 modelli diversi, ognuno con la propria personalità, in grado di soddisfare le esigenze di un ventaglio di piloti estremamente variegato. Esiste una RR perfetta per ogni pilota, ma in comune a tutte rimane la confidenza che queste moto sono in grado di dare, a tutto vantaggio del piacere di guida.

RR 350cc: Si tratta della moto più maneggevole della gamma 4T; predilige una guida ad alti rpm pur mantenendo un’erogazione molto lineare.

390cc: Rappresenta il mix ideale tra maneggevolezza e potenza facendo, inoltre, della grande trazione la propria arma vincente.

430cc: Motore decisamente performante che dà il meglio se utilizzato sfruttando i rapporti lunghi e le sue importanti doti di coppia.

RR 480cc: È la moto che si esprime meglio nei grandi spazi. Ha caratteristiche molto simili alla 430 ma con una coppia e potenza ancora superiori, adatte ai piloti più esperti e fisicamente preparati.

Riassumendo invece gli aggiornamenti principali che la gamma RR My 2022 ha ricevuto, si riporta invece:

Per tutti i modelli:
Sospensioni: il monoammortizzatore posteriore riceve delle nuove regolazioni in compressione che svincolano alte e basse velocità, arginando la possibilità che i due parametri possano influenzarsi e limitare la possibilità di personalizzazione del setting. Per la forcella sono state aggiornate le tarature, a tutto vantaggio della guidabilità e della precisione nell’utilizzo estremo. Inoltre quest’ultima ha un diverso colore dei foderi, frutto del processo di anodizzazione utilizzato, che migliora la resistenza della componente;
Grafica: tutti i modelli ricevono una nuova colorazione interamente in rosso. Una veste che dona un aspetto racing e un profilo molto filante alla moto, grazie anche alle nuove e moderne grafiche che integrano alla perfezione le linee e le componenti della moto.

Oltre a questi interventi sull’intera gamma, su alcuni modelli sono arrivate alcune modifiche più specifiche e sostanziali, che rimarcano la spiccata personalità di ognuna di esse.

Nello specifico:

Centralina elettronica: la principale novità di tutti i modelli 4T è la nuova, e più sofisticata, centralina elettronica. Questa componente è stata migliorata da un lato nella gestione delle mappe “dry/wet” e dall’altro nello sfruttamento del freno motore, al fine di godere a pieno delle potenzialità del motore. Il bottone per lo switch mappa rimane invece nella posizione tra il serbatoio della benzina e il cannotto di sterzo, un punto facilmente accessibile ma al contempo riparato da colpi accidentali che possono premere sul bottone inavvertitamente, oppure rovinarlo;
Trasmissione: arriva una nuova trasmissione primaria più leggera su tutta la gamma 4T e inoltre, anche questi modelli, sono adesso dotati della nuova frizione con molla a tazza, regolabile su 3 livelli, che dona migliore modulabilità e morbidezza al comando, oltre al già citato incremento della coppia trasmissibile.